Il Piccolo

nulla faceva allora presagire che il piccolo borgo di pescatori divenuto il principale porto ed emporio dell’ Impero austro-ungarico si sarebbe trasformato nella seconda metà del Novecento in una “città della scienza” che a luglio di quest’ anno riceverà con Esof l’ imprimatur europeo.

In edicola